Tecnologia SICEM "Cluster"



Il termoregolatore SICEM modello MC 3800 "Cluster" con tecnologia "SICEM Cluster" è progettato per regolare al meglio sistemi d'iniezione ridondanti, ovvero sistemi in cui ogni sezione è dotata di due termocoppie indipendenti e di più riscaldatori collegati in parallelo. Il modulo si rivela ideale anche nalla regolazione di gruppi di iniettori controllati in parallelo.
Attenzione: il modulo MC 3800 "Cluster" non è un modulo doppio, ma un modulo dotato di unico canale di termoregolazione nel quale però sono implementate tutte le possibili strategie per la limitazione dei rischi e la prevenzione dei fermi di produzione.

Come si vede dal disegno, il modulo dispone di un doppio circuito di misura per due termocoppie diverse (che possono essere isolate, non isolate o miste). La logica di controllo si accorge in tempo reale se una delle due termocoppie presenta qualche problema (inversione, schiacciamento o altro) e quindi usa la termocoppia superstite. Nel caso invece in cui le termocoppie siano entrambe utilizzabili, la logica decide quale di esse appare più adatta ad essere utilizzata per una regolazione ottimale. Vediamo quindi cosa è in grado di fare questo modulo, che altri moduli non possono fare:
Interruzione o inversione termocoppia. Un termoregolatore normale non può più regolare la temperatura; ma il modulo MC 3800 "Cluster" è in grado di usare la seconda termocoppia, sia essa applicata allo stesso oggetto della prima o faccia parte di un gruppo di iniettori controllati in parallelo: la regolazione continua senza problemi.
Rottura riscaldatore. Questo tipo di guasto può rivelarsi particolarmente grave nel controllo di iniettori in parallelo #A08, se si guasta il riscaldatore dell'iniettore che porta la termocoppia. Il modulo MC 3800 "Cluster", leggendo la temperatura da due termocoppie diverse applicate a iniettori diversi, è in grado di continuare la regolazione basandosi sulla lettura dell'iniettore correttamente funzionante. Ovviamente, l'iniettore con il riscaldatore guasto si raffredderà; ma gli altri iniettori del gruppo continueranno a lavorare senza problemi.
Cortocircuito a un riscaldatore. Il modulo MC 3800 "Cluster" dispone di due fusibili indipendenti. Essendo i riscaldatori divisi in due gruppi separati, il cortocircuito a un riscaldatore comporta la rottura di uno solo dei fusibili, con interruzione di erogazione della potenza al relativo gruppo. Come conseguenza si raffredderanno solo gli iniettori a valle del fusibile fulminato; ma gli altri iniettori del gruppo continueranno a lavorare normalmente.
La tecnologia SICEM "Cluster" garantisce che verrà segnalato ogni tipi di guasto a termocoppie e riscaldatori; garantisce inoltre di risolvere automaticamente la quasi totalità dei guasti singoli (è escluso il caso della rottura del riscaldatore di un iniettore, il cui raffreddamento non può essere evitato); e di bloccarsi in caso di guasto doppio (es. rottura sia di un riscaldatore che di una termocoppia) al fine di evitare effetti catastrofici sullo stampo.